Perché le zanzare pungono pungono proprio te?

Perché le zanzare pungono pungono proprio te?

Si stima che una persona su cinque sia più incline ad essere punta da una zanzara rispetto alle altre 4, ma questo come mai avviene? E quali fattori influiscono su di esso?

Iniziamo sfatando l’unico mito secondo il quale le zanzare pungono esclusivamente chi ha il sangue dolce. E’ falso? Non proprio, più precisamente questa preferenza per alcune persone dipende da un mix di più fattori. Andiamo a vederne alcuni.

5 caratteristiche che ci rendono più o meno appetibili per le zanzare

1. Il gruppo sanguigno

Il gruppo sanguigno è uno dei fattori più importanti per le zanzare nel determinare la scelta della vittima. Quest’ultime preferiscono lo “0” che ritengono molto gustoso.

Inoltre per motivi genetici circa l’85% delle persone emette un segnale chimico odoroso che indica all’insetto il nostro gruppo sanguigno di appartenenza, ed è più soggetto alle punture di zanzara rispetto al restante 15% che non emette alcun odore.

2. L’anidride carbonica

Un altro fattore che influenza la scelta della zanzara è l’anidride carbonica che produciamo, ad esempio durante una sessione di allenamento avviene un massiccio scambio di ossigeno e anidride carbonica all’interno del corpo, perciò saremo più esposti alla puntura di una zanzara, ciò spiega perché dopo essersi allenati veniamo attaccati da sciami di zanzare.

Inoltre la Co2 emessa dall’ individuo può essere captata da questi fastidiosi insetti anche a 50 mt di distanza grazie a degli specifici recettori localizzati nelle loro mascelle.

3. L’acido lattico

Le zanzare, inoltre sono attratte anche dall’acido lattico. Per questo chi pratica sport oltre ad emettere maggior anidride carbonica durante l’allenamento ha anche un aumento della temperatura corporea che sviluppa molto acido lattico.

4. Il sudore

Il sudore è un altro importante fattore che influenza la scelta di chi pungere. Per le zanzare le persone che tendono a sudare di più emanando un odore più forte sono considerate prede più prelibate.

5. La presenza di batteri sulla cute

L’ultimo fattore da prendere in esame per evitare di essere punti è quella di eliminare o ridurre la presenza di batteri sulla pelle attraverso una detersione quotidiana in particolare dei piedi e delle caviglie, zone ben note alle zanzare, che spiegherebbe il perché ci pungono sempre lì.

Alcuni consigli per evitare di essere punti dalle zanzare

In merito all’alimentazione che influenza l’odore che emaniamo, chi assume abitualmente alcolici è più incline ad essere punto, ed in particolare chi beve la birra perché quest’ultima modifica l’odore che emaniamo e si stima che bevendo una bottiglia classica da 33 cl. aumenti la probabilità di essere punti dalle zanzare.

Al contrario alcuni alimenti che ostacolano le zanzare dal pungerci sono cibi contenenti elevate concentrazioni di vitamine del gruppo B e la vitamina C e ad esempio l’aglio, rendendoci meno invitanti per le zanzare.

Un ultimo accorgimento è che le zanzare sono attirate da vestiti di colore scuro come il nero, il marrone, il rosso e il grigio, mentre rilevano come meno invitanti colori chiari come il verde, il giallo e il color kaki.

Le zanzare sono insetti che riescono a mutare e abituarsi molto in fretta, questi spunti possono essere utili ma non abbastanza sufficienti da poter eliminare del tutto il problema, per questo dopo un attento studio del comportamento, degli sciami e delle speci di zanzara, noi di Freezanz siamo riusciti a creare un sistema antizanzare fisso e/o portatile per allontanare davvero le zanzare dal giardino.


Scoprite di più sul sito: https://www.freezanz.it/impianti-freezanz-installati.asp e vedrete alcuni dei nostri impianti antizanzare installati in tutta Italia.

Risolvere il problema delle zanzare in giardino